Modena

Italy



Address:
palazzo dei musei
Website: www.galleriaestense.beniculturali.it/

Museo E Galleria Estense

La Galleria Estense, collocata nel Palazzo dei Musei in Piazza Sant'Agostino, espone l'antica collezione di dipinti, sculture, bronzetti, disegni, medaglie e monete dei Duchi d' Este ed una importante raccolta di opere d'arte acquisite nel XIX° e XX* secolo
Quando il 29 gennaio del 1598 Cesare di Montecchio entrò in Modena dopo aver sottoscritto le durissime condizioni poste da Clemente VIII nella cosiddetta “Convenzione faentina” (12 gennaio 1598), il Duca aveva lasciato alle sue spalle la storia secolare di una tra le più splendide e raffinate corti italiane, la cui eco ancora riecheggiava nell’intera Europa.
Nella Ferrara rinascimentale, principi umanisti come Lionello d’Este avevano saputo richiamare a corte i più celebrati artisti del tempo, da Mantegna a Piero della Francesca, da Jacopo Bellini a Rogier van der Weyden, affidando la propria immagine di illuminata saggezza politica e di profonda cultura al cesello del Pisanello.
Le aspirazioni di Lionello rivissero in parte nell’opera di Borso d’Este che portò a termine il progetto della Delizia di Belfiore col suo splendido studiolo, prototipo del luogo deputato al raccoglimento ed alla meditazione del principe. Tra l’altro, Borso, fu anche il promotore della stesura del più eccelso volume miniato del tempo: quel Codice manoscritto oggi conservato presso la Biblioteca Estense conosciuto, appunto, come la Bibbia di Borso.
Non meno sensibili al fascino dell’arte furono Ercole I, lungimirante committente del rinnovamento urbanistico di Ferrara affidato a Biagio Rossetti, e soprattutto Alfonso I, ideatore ed artefice di quel preziosissimo scrigno di dipinti commissiona... [ Read all ]


Permanent Collection

La Galleria Estense raccoglie numerosi tipi differenti di opere d'arte, dai dipinti ai disegni, dagli strumenti musicali alle medaglie, dai bronzeti alle sculture. Ecco una breve introduzione alle meraviglie di questa importante galleria.
Mappa della Galleria Estense
I Dipinti
Le Collezioni dell’ attuale Pinacoteca ricordano solo in parte la magnificenza delle raccolte estensi nel periodo del loro massimo splendore.
Per quanto depauperata dal susseguirsi di eventi sfavorevoli (valga per tutti la sciagurata vendita del 1747 con la quale passarono a Dresda ben 100 capolavori della Galleria venduti da Francesco III all'Elettore di Sassonia per 100.000 zecchini d' oro), la Pinacoteca conserva tuttora opere di altissimo interesse artistico di diverse epoche e scuole, provenienti non solo dalle antiche raccolte ducali, ma anche da chiese e conventi del modenese e del reggiano, da eredità, da lasciti e da numerose acquisizioni. Vi è ben rappresentata la scuola modenese del Quattrocento documentata dalle opere di Agnolo e Bartolomeo degli Erri, del Bonascia e di Francesco Bianchi Ferrari, espressioni locali di quell’ originalissimo linguaggio figurativo fiorito nella Ferrara degli Este, divenuta con Leonello e Borso luogo privilegiato d’incontro tra l’immaginifica cultura fiamminga e la misurata conquista spaziale dei maestri italiani.
Non meno significativa è la presenza di tavole quattrocentesche e cinquecentesche di matrice tedesca, fiamminga o di scuola veneta, tra cui la bellissima Deposizione di Cima da Conegliano, già appartenuta ai Pio da Carpi.
Provenienti dai castelli di Scandiano e di Novellara alla fine del Settecento, fanno mostra di sé alcuni cicl...+ [ Read all ]




Cost

BIGLIETTO D'INGRESSO intero € 4,00
ridotto € 2,00
BIGLIETTO D'INGRESSO GRATUITO Cittadini UE di età inferiore ai 18 anni e superiore ai 65
Studenti e docenti delle Facoltà di Architettura e di Lettere
Studenti e docenti dell'Accademia di Belle Arti
Docenti in materie storico-artistiche
Giornalisti iscritti all'albo nazionale
Dipendenti del Ministero per i Beni e le Attività Culturali
Allievi dell'Opificio di Pietre Dure, Istituto Centrale per il Restauro, Scuola per il Restauro del Mosaico
Guide turistiche autorizzate, nell'esercizio delle proprie attività
Interpreti turistici autorizzati, nell'esercizio delle proprie attività
Membri dell'ICOM
Gruppi scolastici accompagnati dai loro insegnati. previo prenotazione
BIGLIETTO D'INGRESSO CUMULATIVO VISITA ALLA GALLERIA ESTENSE DI MODENA, MUSEI CIVICI, MUSEO DEL DUOMO, LAPIDARIO € 6,00


Opening hours

ORARI Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato Domenica 9,30 - 19,30
Lunedì Chiuso
25 dicembre, 1 gennaio, 1 maggio Chiuso


Getting there

La Galleria Estense ed il Museo Lapidario Estense si trovano nel cuore del centro storico di Modena, a pochi passi dal Duomo, all'incrocio tra Via Emilia e Vittorio Veneto.
In Treno
Scendere alla stazione FFSS di Modena e da qui prendere l'autobus N°7 oppure il N°11 fino a Piazzale S. Agostino dove è situato l'ingresso della Galleria.
In Auto
Uscire al casello di Modena nord, imboccare la tangenziale ed uscire seguendo le indicazioni per il centro città.
Il Centro storico di Modena à zona a traffico limitato, perciò occorre parcheggiare l'auto in una delle zone apposite (Piazzale Novi Sad) o nei parcheggi custoditi e proseguire a piedi verso la Via Emilia centro.




Museum internal and external photos (1)

Click on the images to enlarge